mercoledì 21 gennaio 2015

Superare un colloquio di lavoro in inghilterra



 Se cerchi un lavoro in Inghilterra e devi affrontare un colloquio in lingua questo articolo può farti comprendere le principali differenze con una selezione svolta per un profilo in Italia.



Differenze
        In Inghilterra ma in generale all'estero c'è una maggiore attenzione all'indagine sulle attitudini o competenze relazionali o organizzative sviluppate dal candidato nei diversi contesti sociali, non solo quelli lavorativi. 
      

Sono le competenze trasversali che ognuno di noi sviluppa: 
     queste competenze sono abilità, di carattere generale ad ampio spettro,relative ai processi di pensiero e cognizione o al modo di comportarsi, in generale nei contesti sociali e di lavoro. Sono essenziali per produrre la trasformazione di un sapere professionale in un comportamento lavorativo.
Durante il colloquio i selezionatori possono valutare e chiedere come il soggetto sa instaurare relazioni sul lavoro o in situazioni diverse; quali  feedback riceve dagli altri e come sa organizzarli per riutilizzare la sua conoscenza e capacità operativa.


    Mentre in Italia i selezionatori sono più attenti alle competenze tecniche e al loro utilizzo pratico, in Inghilterra sono molto interessati anche a come la persona sviluppa queste abilità più relazionali ed organizzative indagando anche ad esempio le attività svolte nel tempo libero o attività sociali.
 Sempre sull'indagine di queste aree con maggior frequenza rispetto all'Italia potrebbe capitarvi di    affrontare un colloquio di pre-selezione telefonico o tramite skype. 


Un'altra modalità molto utilizzata dal vivo da parte del selezionatore potrebbe essere quella di utilizzare domande più incalzanti e a trabocchetto (alle quali devi rispondere con sorriso e con una risposta logica) atte a valutare la capacità di gestire le emozioni o di stare sotto stress.
  
 Gestione delle domande più frequenti:
 Alcuni consigli pratici del job coach Massimo Perciavalle:


TELL ME ABOUT YOURSELF- PARLAMI DI TE

1)  organizza la risposta in ordine cronologico (ad esempio raccontando le esperienze più vecchie a   quelle più recenti)
    2) cerca di organizzare un'autopresentazione libera di durata massima di 3 minuti per tenere alta l'   attenzione 
  3)    seleziona le informazioni che evidenziano di più i tratti positivi della tua personalità       
                       4) sottolinea le competenze che pensi tu abbia sviluppato e più allineate al profilo che ricercano
 
WHAT ARE SOME OF YOUR STRENGHTS AND WEAKNESS?- PUNTI DI FORZA E DEBOLEZZA

1)  Enuncia un comportamento o un’attitudine in cui sei più bravo e che non è specificato sul CV
    2) Enuncia un punto di miglioramento, che hai risolto spiegando come sei riuscito a migliorarlo

 WHY SHOULD WE HIRE YOU?- PERCHE’ DOVREMMO ASSUMERLA?
  
1) Prepara la tua offerta, evidenzia una tua competenza trasversale peculiare e che ti riconoscono gli altri; un'eccellenza che ti contraddistingue e che potrebbe essere interessante per l'azienda
    2) Spiega cosa sai fare meglio

Ultime diritte:
 
            Non aver paura di chiedere di ripetere la domanda se non l’hai capita
  Parla lentamente e utilizza le pause (soprattutto se non sei completamente sciolto nella lingua)
Usa frasi e parole semplici (l'importante è farsi comprende
 Sorridi sempre non essere preoccupato - Smile

                                Se ne vuoi sapere di più guarda un video qui